UNA NASCITA DOLCE

M. è una giovane mamma di tre bimbe bellissime e biondissime ed è in attesa della quarta femminuccia! Vengono dall’estero e si sono trasferiti qui in Salento da pochissimi mesi: non parlano italiano ma comunque riusciamo a comprenderci. Io ed il marito comunichiamo in inglese.

Per M. e C. non è il primo parto in casa, le ultime due bimbe sono nate a domicilio nel loro paese d’origine e anche per questa gravidanza scelgono l’intimità della propria casa, non vogliono interferenze né interventi. Così com’è stato per la terzogenita T., anche questa volta vorrebbe partorire in acqua.

La sua data presunta del parto è il 27/04/2017 quindi a partire dalle 37 settimane, io e la mia collega M., iniziamo le visite domiciliari per il bilancio di salute per mamma e bimba. Tutto procede perfettamente, entrambe stanno bene e la bimba cresce.

Unico problema: M. non vorrebbe partorire in quella casa, sono solo di passaggio e mancano ancora 15 giorni per trasferirsi nella loro casa definitiva vicino Lecce! Ma sono sicura che la loro piccolina aspetterà!!!

I giorni passano e finalmente li raggiungiamo nella nuova casa. “Adesso sì che può nascere” ci dice M.! Hanno anche deciso il nome giusto per la bimba: nascerà e crescerà in Italia e quindi avrà un bellissimo nome italiano!!!

Quindi portiamo loro la piscina gonfiabile per il parto in modo che, quando arriverà il momento, in attesa del nostro arrivo, potranno iniziare a sistemarla senza perdere tempo.

Il 24 aprile intorno alle 18 mi contatta M. per sapere se siamo libere e se possiamo fare un salto da loro per dare un’occhiata alla situazione: sente la testina della piccola G. particolarmente giù. Così lo comunico alla mia collega e il prima possibile li raggiungiamo. Appena arrivate troviamo una calma inaspettata: le bambine in salotto a giocare e M. molto tranquilla che ogni tanto si ferma per l’arrivo di una contrazione. Il papà C., che aveva visto la sua compagna “diversa dal solito”, è intento a sistemare e preparare la piscina per il parto. Era stato lui ad insistere affinchè M. ci contattasse!!!

Alle 19 3 cm di dilatazione. M. è una donna molto forte, si aiuta con il movimento e anche con l’omeopatia, ma non vede l’ora che la piscina si riempia di acqua!!!!! Nel frattempo però, tra una contrazione e l’altra, prepara un dolce per le sue piccole, con tutto l’amore che una mamma può metterci: come nella loro tradizione sta preparando le crepes con la nutella.

Sono le 21.30 e adesso, qualsiasi sia il livello dell’acqua M. ha bisogno di immergersi e di rilassarsi con il calore che lenisce e distende.  Mentre noi aiutiamo M. con massaggi ed oli essenziali, il compagno C. si occupa della piccola T. e si assicura che la temperatura dell’acqua si mantenga costante. 

M. in travaglio, durante le contrazioni, non amava vocalizzare, non era questo il suo canale. Ma arriva un momento in cui le contrazioni sono accompagnate dalla voce che la aiuta nelle spinte!

Ci siamo! G. sta per nascere! “Asseconda ciò che senti” le diciamo.

Noi ci prepariamo e C. insieme a T., che è in braccio, si avvicinano alla piscina.

M. è carponi nell’acqua e, ad un certo punto, prende la mia mano per farmi sentire la testina..era proprio lì, pronta per nascere!!!

Due spinte ed esce la testa!

Un’altra spinta e nasce G., la porto in avanti e M. la accoglie in un caloroso abbraccio!

24/04/2017 h22.08

Tutti emozionatissimi attorno a mamma e bimba! Anche le sorelline più grandi adesso ci hanno raggiunto per festeggiare insieme l’arrivo di G.

 Una nascita così dolce che G. non ha avuto bisogno di piangere!

Dopo la nascita della Placenta, pian piano M. esce dall’acqua mentre il papà dà il benvenuto a G. e gioisce dei loro primi sguardi.

G. gode di ottima salute, si è adattata perfettamente a questo mondo così nuovo per lei e, in questo importante passaggio, l’ha aiutata anche la sua Placenta.

Anche mamma M. sta benissimo, non sembra neanche che abbia partorito in verità, ma prima di rilassarsi completamente ha una cosa molto importante da fare: un abbraccio ed un bacio alle sue bimbe più grandi.

Pesiamo e misuriamo insieme G.:  3200gr e 51 cm di lunghezza.

 

Adesso sì che è arrivato il momento di riposare, tutti e 6 insieme nel lettone: G., ancora attaccata alla Placenta, si nutre del latte di mamma, insieme alla sorellina T., con il papà e tutte le sorelle maggiori ad ammirare felicissimi ed estasiati.

Splendidi momenti di amore condiviso.

Ora possiamo tornare a casa, con questa emozionante immagine negli occhi e nel cuore.

Benvenuta piccolina!