Rito di chiusura dopo il parto con il Rebozo

Il Rebozo è un pezzo di tessuto variabile che può variare da 1.50 mt ai 3 mt di lunghezza dai molteplici colori. In alcune comunità la rebozo è un simbolo di rispetto. In altre, viene regalato alla donna che convoglia a nozze. In Messico, invece, l'uso del rebozo è tradizione: in alcune zone rurali alcune donne incinta usano avvolgersi il rebozo alla vita per dare un maggior sostegno alla pancia ed aiutarle nei duri lavori fisici che fanno. È anche usato per trasportare i bambini. Le donne anziane infatti insegnano alle più giovani come legarlo per portare i bambini, in modo che ogni donna, anche se non ha figli, sa come portare un bambino ed utilizzarlo per trasportare fratelli o nipoti.

Questa tecnica l’ho appresa frequentando la Scuola Elementale di Arte Ostetrica a Firenze e me ne sono innamorata. La propongo a tutte le donne che seguo in gravidanza e per il parto, alla fine del periodo del puerperio.

Questo massaggio viene dalla parteria tradizionale sudamericana.

Il concetto empirico tradizionale della salute del corpo, tramandato da generazione in generazione, è che gli organi interni devono essere allineati attorno all’asse centrale del corpo per poter funzionare bene e mantenere anche la psiche in equilibrio.

Il Rebozo dopo il parto, dopo la grande espansione di corpo e psiche nel partorire, aiuta a chiudere il corpo, riposizionare e allineare gli organi interni, centrare la donna e calmare la psiche. È un trattamento indicato sia nella fisiologia, sia nelle depressioni post partum.

In Ecuador, nelle culture tradizionali, i 40 giorni del periodo post-natale rappresentano un momento sacro. In questo periodo le parteras tradizionali lo eseguono in modo rituale, come una cerimonia sacra, quindi con molta attenzione e rispetto.

Il massaggio può essere fatto una sola volta o una volta a settimana o se è necessario più volte. I passaggi sono lenti.

Il massaggio comprende la “chiusura” con il rebozo di alcune zone del corpo: intorno alla testa, le spalle, il torace, sotto l’arco costale, sotto il plesso solare, bacino, cosce, ginocchia, polpacci, piante dei piedi.

La donna è distesa su un materassino, in un ambiente caldo e tranquillo.

L’ostetrica e un’altra persona, il partner o qualcuno vicino alla donna, prendono il telo e lo posizionano sotto la parte del corpo della donna, poi incrociano sulla parte anteriore del corpo e stringono gradualmente. Così si tratta via via ognuna delle varie parti.

Questo richiama una meravigliosa sensazione di abbraccio e crea un senso di contenimento.

Alla fine del trattamento si lascia la donna riposare.

#postparto #rebozo #depressionepostparto #chiusura #equilibrio #nascita #parto #ostetrica #tradizione #mammana

Post recenti
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon