"Parto in casa? Siamo nel 2015, non dobbiamo tornare alla preistoria"

Se per ritorno alla preistoria si intende lasciare che le Donne partoriscano come Mamma Natura ha previsto per loro, ben venga. Ben venga se possono partorire nel rispetto dei tempi e della fisiologia che la Nascita richiede, senza limiti di tempo, senza occhi indiscreti sul proprio corpo, senza interferenze esterne. Potrei continuare all'infinito ad elencare i benefici del "tornare indietro nel tempo", magari a prima che il parto venisse medicalizzato come negli ultimi decenni. Se per “ritorno alla preistoria”, invece, si intende una minor sicurezza nel parto in casa, non è affatto così. Il problema che maggiormente ci si pone riguarda le emergenze in un parto domiciliare. Ciò che non si sa è che nella maggior parte dei casi sono proprio una cattiva assistenza ostetrica e l'ipermedicalizzazione del parto a causare difficoltà e richiedere un intervento spesso invasivo. Spesso si ricorre ad un cesareo d’urgenza perché il bambino si è posizionato male o perché la testa non scende. Ma i malposizionamenti sono quasi sempre conseguenti alla posizione supina obbligata durante il travaglio e all'impossibilità di potersi muovere ed assumere le posizioni che, SPONTANEAMENTE, la donna assumerebbe aiutando il bambino ad incanalarsi correttamente. Una spinta forzata, in apnea, la posizione litotomica, la manovra di kristeller sono tutti fattori che provocano importanti lacerazioni perineali che potrebbero essere evitate lasciando che sia la Donna a decidere come e in che posizione spingere, facendo si che il perineo possa adattarsi alla testa fetale senza difficoltà. Premettendo che con una gestione non interventista del travaglio le emergenze ostetriche si possono prevenire nella stragrande maggioranza dei casi, l’Ostetrica che assiste un parto a domicilio, monitora il benessere di madre e bambino e se nota qualcosa di strano, valuta l'idea del trasferimento in ospedale prima che le cose siano diventino più serie. Le evidenze scientifiche a livello mondiale dichiarano SICURO partorire a domicilio e lo RACCOMANDANO a tutte le Donne che vivono una gravidanza fisiologica. Partorire in casa è una scelta che và presa consapevolmente, serenamente e senza subire terrorismo psicologico. Un Parto ed una Nascita rispettati sono la base per una relazione sana e salda tra mamma e bambino.

#partoincasa #partospontaneo #ostetrica #nascitarispettata #nascitadolce #nascerealecce

Post recenti
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon